Tra arte e neuroscienze. Ultimo appuntamento con la "Settimana del cervello"

Giunge al culmine sabato 16 marzo con un appuntamento dedicato al dialogo tra arte e neuroscienze il calendario di eventi organizzato dalla Scuola IMT Alti Studi Lucca, nell’ambito della “Settimana del cervello”.

L’esperienza estetica di fronte a un dipinto, una scultura, un’installazione, come pure una sinfonia o un’opera di teatro, non sembra a primo acchito avere alcuna giustificazione evolutiva. Dunque, Ars gratia artis? Nella spinta incessante alla ricerca del perché delle cose – caratteristica anch’essa squisitamente umana – rimaniamo senza una risposta al cospetto di quella che pur viene considerata l’espressione più elevata della creatività umana.

Perché dunque restiamo affascinati dalle donne di Modigliani, senza parole di fronte alle piazze vuote di De Chirico o ammaliati dal Discobolo di Mirone? “La vita è un sogno: tra arte e neuroscienze” è il titolo dell’incontro che si terrà sabato alla Libreria LuccaLibri Caffè letterario (viale Regina Margherita) alle 18, e vedrà la partecipazione di Linda Bertelli e Giulio Bernardi, entrambi ricercatori alla Scuola IMT, la prima in Studi visuali e il secondo in Neuroscienze. Bertelli e Bernardi illustreranno al pubblico un nuovo approccio all’arte, una nuova chiave di lettura al piacere che le opere dei grandi maestri ci danno quando le guardiamo. Gli studi di neuroscienze portano a pensare che il senso del bello e il senso del bene, alla base del comportamento morale, siano germogli di una radice comune nel nostro cervello. Riscopriremo per caso che l’uomo è naturalmente portato al Bene?

Il programma della “Settimana del cervello” è disponibile su https://settimanadelcervello2019.imtlucca.it/

Per informazioni e contatti: commev@imtlucca.it  - Tel. 0583 4326 606/543/552  

Friday, 15 March, 2019 - 11:55