Tu sei qui

Silvia Di Vincenzo

Versione Italiana

Silvia Di Vincenzo è Ricercatore (RTD-A) in Storia della Filosofia Medievale.
Ha conseguito una laurea magistrale in Filologia e Storia dell’Antichità presso l’Università di Pisa ed una licenza in Filosofia alla Scuola Normale Superiore (2013), un Ph.D. in Filosofia alla Scuola Normale Superiore e, in cotutela, in Studi arabi e islamici all’École Pratique des Hautes Études di Parigi (2018). Durante il dottorato, è stata studente in visita presso l’École Normale Supérieure di Parigi per due anni (ottobre 2015-luglio 2017). La sua ricerca dottorale è stata premiata con un finanziamento "Bando Vinci" dell’Università Italo Francese. 
È stata assegnista di ricerca nel quadro del progetto ERC: "PhiBor: Philosophy on the Border of Civilizations" (http://www.avicennaproject.eu/), collaborando anche al progetto ERC: "PhiC - Philosophy in Context: Arabic and Syriac manuscripts in the Mediterranean" (http://phic-project.org/). È attualmente membro della Società Internazionale per la Storia della Scienza e della Filosofia Arabe ed Islamiche (S.I.H.S.P.A.I.).
L’interesse principale della sua ricerca è la storia della logica dall’antichità al medioevo, con speciale attenzione al ruolo dei filosofi di lingua araba nella trasmissione della logica aristotelica all’Occidente latino. Attualmente, la sua ricerca include una ricognizione sistematica dei manoscritti superstiti delle opere di alcune delle figure di spicco dell’epoca d’oro della filosofia araba, tra cui Avicenna. Notevole attenzione è riservata alla digitalizzazione dei manoscritti, allo scopo di renderli accessibili ad un pubblico più ampio e di produrre copie digitali di esemplari che sono altamente a rischio di deterioramento, danneggiamento e perfino di perdita.

English Version

Silvia Di Vincenzo is an Assistant Professor in History of Medieval Philosophy. 
She earned her MA in Classics at the University of Pisa and in Philosophy at the Scuola Normale Superiore (2013), and her Ph.D. in Philosophy at the Scuola Normale Superiore of Pisa and, in co-direction, in Arabic and Islamic studies at the École Pratique des Hautes Études of Paris (2018). During her doctorate, she has been a visiting student at the École Normale Supérieure of Paris for two years (October 2015-July 2017). Her doctoral research was awarded a funding "Bando Vinci" of the Università Italo Francese. 
She has been Research Assistant within the framework of the ERC Project: "PhiBor: Philosophy on the Border of Civilizations" (http://www.avicennaproject.eu/) and has collaborated to the ERC Project: "PhiC - Philosophy in Context: Arabic and Syriac manuscripts in the Mediterranean" (http://phic-project.org/). She is currently a member of the International Society for the History of Arabic and Islamic Science and Philosophy (S.I.H.S.P.A.I.). 
The key interest of her research is the history of logic from Antiquity to the Middle Ages, with special focus on the role played by Arabic-speaking philosophers in the transmission of the Aristotelian logic to the Latin West. Her current research includes a systematic survey of the extant manuscripts that preserve the works of some of the leading figures of the golden age of Arabic philosophy, like Avicenna. Special attention to the digitization of the manuscripts is paid, in order to make them accessible to a larger public and to produce digital copies of exemplars that are susceptible to be deteriorated, severely damaged or even lost.