Tu sei qui

Programmi di Dottorato

La Scuola IMT offre tre programmi di dottorato interdisciplinari in 

con la comune missione di favorire la ricerca interdisciplinare e di beneficiare della complementarietà di molteplici metodologie desunte da materie quali economia, management, ingegneria, informatica, statistica, matematica applicata, fisica, neuroscienze cognitive e sociali, archeologia, storia dell’arte e analisi e gestione del patrimonio culturale, che offrono un patrimonio di competenze unico e caratterizzante nell'ambito dell'analisi e della gestione di una pluralità di sistemi.

Programma di dottorato in Cognitive and Cultural Systems

Il Programma di Dottorato Cognitive and Cultural Systems unisce discipline accuratamente selezionate per la capacità di fornire le necessarie competenze culturali, metodologiche e strumentali per l'analisi di complessi sistemi sociali, cognitivi, psicologici e culturali. È un Programma di Dottorato unico grazie al campo di indagine condiviso che consiste in sistemi cognitivi, culturali e sociali.

Il Programma si divide in tre curricula sulla base delle metodologie applicabili allo studio del cervello, della mente, della percezione, dell’interpretazione e rappresentazione del mondo esterno, dei comportamenti, delle attività e delle produzioni umane, nonché delle loro funzioni e rappresentazioni materiali e simboliche, del rapporto tra spazio e oggetti:

  • Analysis and Management of Cultural Heritage (AMCH), propone, da un lato, l'espansione nella gamma di metodologie e strumenti per l'analisi dei fenomeni culturali e, dall'altro, l'incorporamento delle competenze manageriali e organizzative;
  • Cognitive, Computational and Social Neurosciences (CCSN), integra una formazione di base nelle neuroscienze con lo studio delle attività mentali e delle funzioni cognitive in ambito neuropsicologico, psicolinguistico, computazionale, sociale, filosofico, logico ed educativo;
  • Museum Studies (MUSST), istituito in convenzione con alcune delle principali realtà museali italiane, propone una formazione specifica per la gestione dei musei e dei problemi ad essi relativi, come l’allestimento, la curatela, le esposizioni permanenti e temporanee.

Programma di dottorato in Economics, Analytics and Decision Sciences

Il Programma di Dottorato in Economics, Analytics and Decision Sciences si basa sulle competenze che stanno alla base dello sviluppo dell’analisi quantitativa e qualitativa dei fenomeni propri dei sistemi economici e sociali. Il Programma mira a fornire ai partecipanti una solida conoscenza dei moderni metodi analitici, seguendo un approccio multidisciplinare. Il programma sviluppa una forte integrazione di concetti, basi analitiche e competenze pratiche, per formare la nuova generazione di economisti, scienziati sociali, manager e professionisti con capacità peculiari nell'analisi, interpretazione e gestione della complessità dei sistemi economici, delle imprese, e dei sistemi sociali.

Gli allievi sono formati per diventare ricercatori e responsabili delle decisioni nel mondo accademico, politico, aziendale e imprenditoriale, mediante l'integrazione di conoscenze al confine tra economia, management e le altre scienze sociali, mantenendo come base il linguaggio unificante della matematica e della statistica, e prendendo a prestito dall’informatica e dalla psicologia gli strumenti necessari per le singole applicazioni.

Lo stretto collegamento con un gruppo selezionato di aziende e istituzioni offre l'opportunità di adottare nuove prospettive di analisi e interpretazione dei fenomeni mediante il ricorso a innovative metodologie di indagine quantitativa e qualitativa per la soluzione dei problemi dell’economia reale e della società. Gli allievi sono pertanto coinvolti nella fase di raccolta e analisi di dati ad alta dimensionalità del mondo reale.

Il Programma è caratterizzato dalla natura interdisciplinare del suo approccio. Gli ostacoli che tradizionalmente dividono i diversi domini della conoscenza sono superati affrontando i problemi che sorgono nei diversi ambiti applicativi – industriale, istituzionale, sanitario, ambientale, tecnologico, sociale, etico ecc. - mediante una varietà di metodologie scientifiche derivate dalla teoria della probabilità, dalla teoria dell’impresa, dalla statistica matematica, dall’econometria, dal machine learning, dall’economia sperimentale e cognitiva, dall’informatica e dai metodi computazionali.

Programma di dottorato in Systems Science

Il Programma di Dottorato in Systems Science ha l’obiettivo di fornire le competenze metodologiche necessarie allo sviluppo di modelli matematici descrittivi e predittivi per l'analisi di sistemi tecnologici, naturali, economici, e sociali. Esempi di problemi attuali e rilevanti nella società moderna trattabili mediante queste metodologie riguardano l’efficientamento dei sistemi di produzione industriale e di manufatti, lo studio della complessità dei sistemi economici, biologici, ecologici e sociali, l’autonomia e l’affidabilità dei sistemi cyber-fisici, ovvero dei sistemi costituiti dall'interazione tra software e sistemi fisici. Tali tematiche rivestono un ruolo importante nello sviluppo di molti settori industriali, quali quello automobilistico, aerospaziale, chimico, delle infrastrutture, dell'energia, della biomedicina, finanziario e manifatturiero.

Le competenze acquisite durante il percorso dottorale riguardano lo sviluppo, l’utilizzo e l’applicazione di metodologie per l’analisi e la previsione di fenomeni complessi attraverso modelli analitici e computazionali derivati sia da principi primi sia dai dati, attingendo in maniera interdisciplinare da ambiti quali la matematica, la ricerca operativa, la fisica, la statistica, l’informatica e l’ingegneria. Più specificatamente, tali competenze vengono acquisite dallo studente all’interno di uno dei seguenti quattro curricula (track) di specializzazione:

Ciascun track offre una preparazione “verticale” specialistica sugli aspetti caratterizzanti le discipline di riferimento, offrendo una preparazione di livello superiore rispetto a quanto normalmente si riesce ad acquisire durante un percorso di laurea e fortemente richiesta non solo in ambito accademico ma anche lavorativo. Al contempo, i candidati appartenenti a track diversi saranno esposti, mediante la frequenza di corsi di base, alle tecniche e metodologie sviluppate in ambiti disciplinari attigui ma tradizionalmente poco dialoganti, realizzando in pieno una formazione interdisciplinare “orizzontale”. Nell’insieme, l’alta formazione proposta permette all’allievo/a di ampliare il proprio spettro di competenze, migliorando considerevolmente la sua capacità di affrontare con successo problemi di ricerca di frontiera all’interno del proprio ambito disciplinare.