Tu sei qui

La nascita imperfetta delle cose - Chiara Palmerini intervista Guido Tonelli

24 Novembre 2016
Chiesa di San Francesco, Complesso di San Francesco
In quel preciso momento, un centesimo di miliardesimo di secondo dopo il Big Bang, si e' deciso il nostro destino. In un universo in cui materia e antimateria si equivalevano, e che quindi avrebbe potuto, in ogni istante, tornare a essere pura energia, puo' essere bastata una leggerissima preferenza del bosone di Higgs per la materia anziche' per l'antimateria ed ecco che si e' prodotto il mondo che abbiamo sotto gli occhi. "Ecco qua il minuscolo difetto, la sottile imperfezione da cui e' nato tutto. Un'anomalia che da' origine a un universo che puo' evolvere per miliardi di anni." Se tutto nasce da li, dobbiamo capire in ogni dettaglio quel momento cruciale, ricostruirlo fotogramma per fotogramma, al rallentatore e da diverse angolature. Per questo al Cern di Ginevra e' stato realizzato Lhc, l'acceleratore di particelle piu' potente del mondo, il posto piu' simile al primo istante di vita dell'universo che l'uomo sia stato in grado di costruire. Per questo da anni i migliori fisici del mondo lavorano giorno e notte, ai quattro angoli del pianeta. E' cosi che e' stata catturata la "particella di Dio". Ed e' per questo che si studia ancora, per capire di piu' su come tutto questo e' nato e su come andra' a finire la nostra storia: se nel freddo e nel buio o in una catastrofe cosmica, che ci darebbe il privilegio di un'uscita di scena assai piu' spettacolare.