Tu sei qui

Il cervello dipendente

13 Marzo 2019
10:00
Chiesa di San Francesco - Piazza San Francesco, 19
L'evento è dedicato agli studenti delle scuole superiori

Il recente sviluppo di sofisticate metodologie di esplorazione funzionale del cervello, quali la tomografia ad emissione di positroni (PET) e la risonanza magnetica funzionale (fMRI), ha permesso di esaminare l’attività cerebrale in maniera non invasiva direttamente nell’uomo. Queste metodologie hanno offerto un’opportunità unica ai neuroscienziati, andando ad aprire una vera e propria finestra sul ‘cervello’, che ci ha permesso di studiare i meccanismi neurobiologici che sottendono le funzioni sensoriali, motorie, cognitive o emotive, fino a determinare come il cervello si ammali o subisca danni.
Proprio grazie a queste tecniche, oggi si arriva anche a descrivere con maggiore precisione gli effetti delle droghe sul cervello, perché certi comportamenti inducano dipendenza e perché questi effetti sono particolarmente dannosi per i cervelli più giovani.
In questo incontro saranno descritte le basi biologiche che sottendono il meccanismo cerebrale della dipendenza (dalle sostanze farmacologiche fino a internet o al gioco d’azzardo) e si presenteranno gli effetti di droghe e comportamenti di dipendenza sul metabolismo e sulle strutture del cervello.

relatore: 
Emiliano Ricciardi - Professore associato di Psicobiologia e Psicologia fisiologica, Scuola IMT