Le ricerche di una giovane allieva della Scuola IMT premiate dalla Federazione Europea Soroptimist

Isabel Cristina Pèrez Verona è una giovane studentessa cubana, dottoranda dell’ultimo anno del Corso in Computer Science and Systems Engineering (CSSE) della Scuola IMT Alti Studi di Lucca. Arrivata in città nel 2016 dopo aver superato la competitiva selezione della Scuola IMT (36 borse per oltre 3700 domande!), oggi prossima alla conclusione del suo percorso dottorale, Isabel ha vinto una delle 24 Borse di Studio assegnate dalla Federazione Europea Soroptimist per l’anno 2019-2020, che le sarà consegnata martedì 8 ottobre in occasione della giornata d’apertura del nuovo anno sociale del Club lucchese. La borsa consentirà a Isabel di continuare il suo progetto di studio e perseguire i suoi obiettivi di carriera nel mondo della ricerca scientifica.

Non a caso, le borse di studio promosse da Soroptimist a livello europeo hanno lo scopo di sostenere donne in carriera che intendano completare la loro formazione, a qualsiasi livello di istruzione. Il supporto economico è rivolto nello specifico a candidate che provengano preferenzialmente da paesi in via di sviluppo e abbiano intrapreso un corso di studi o di formazione soprattutto in discipline scientifico-tecnologiche (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica). In questo modo, il finanziamento intende sostenere i primi passi del cammino professionale delle donne nelle scienze applicate, che ancora oggi vedono una marcata discrepanza di genere.

“È con grande piacere che il SIE Club di Lucca ha sostenuto la domanda di Isabel per una borsa di studio”, spiega la Presidentessa Katharine Francesca Mac Neil del Club Lucca del Soroptimist International of Europe, “Grazie a questo finanziamento, Isabel potrà rimanere ancora a Lucca e sviluppare il suo ambizioso progetto di ricerca in stretta interazione con il suo supervisore e i gruppi di ricerca della Scuola IMT”.

Il Direttore della Scuola Pietro Pietrini conferma: “Il premio non solo dimostra la qualità della ricerca che i nostri studenti di dottorato conducono alla Scuola IMT, ma rivela anche come il dialogo col territorio possa essere di significativo supporto alle attività di ricerca, soprattutto dei giovani scienziati. Siamo grati al SIE Club di Lucca per aver sostenuto con convinzione e successo la domanda della nostra Allieva e alla Federazione Soroptimist Europea per averla accolta con favore”.

La candidatura di Isabel era stata presentata dal Club Lucca del Soroptimist International of Europe, di concerto con la Scuola IMT, per consentirle di continuare a lavorare al suo progetto di dottorato. La studentessa, arrivata a Lucca da Cuba con una Laurea in Informatica, era stata selezionata tra oltre 3.000 candidati, rientrando nella rosa dei 36 ammessi alla Scuola IMT per una borsa di dottorato di ricerca della durata di tre anni. Isabel aveva impressionato la commissione per la motivazione e la volontà di lasciare il suo Paese per migliorare la qualità della sua istruzione post-laurea, entusiasta di sfruttare le grandi opportunità che avrebbe potuto avere in Italia studiando in una Scuola di alta formazione come la Scuola IMT.

Fin dai primi passi alla Scuola, Isabel si è immersa con determinazione nello studio dei metodi e degli strumenti necessari per raggiungere i suoi obiettivi, mettendo a punto un flusso di lavoro completamente automatizzato volto a scoprire somiglianze nei modelli matematici dei sistemi biologici. Il supporto offerto dalla borsa di studio della Federazione Europea Soroptimist le permetterà di sviluppare nel prossimo anno applicazioni pratiche dalla sua ricerca in campo biologico, come ad esempio nel disegno di nuovi farmaci.

La studentessa riceverà il premio a inizio ottobre durante l’inaugurazione delle attività 2019-2020 del Club Lucca del Soroptimist International of Europe e avrà poi modo di presentare la sua ricerca in una conferenza pubblica che verrà organizzata dal Soroptimist nei prossimi mesi.

Lunedì, 7 ottobre, 2019 - 11:55