Donare allo Stato:

Mecenatismo privato e raccolte pubbliche
dall'Unità a oggi

Giornata di studio in ricordo di Giulio Romano Ansaldi


Lucca, 10 novembre 2016
Cappella Guinigi, Complesso di San Francesco,
Piazza San Francesco 19

About

Il convegno si propone di indagare il tema della donazione di opere d'arte allo Stato. Lontane dall’essere semplici passaggi da un proprietario a un museo, le donazioni di opere d’arte possono presentare diverse complessità, sia dal punto di vista fiscale sia da quello pratico degli spazi e delle possibilità del museo che riceve il dono. Proprio il tema degli incentivi fiscali alle donazioni è ormai oggetto di nuova attenzione nell’agenda delle politiche culturali di diversi Paesi; inoltre, l’analisi delle motivazioni stesse alla base della donazione permette un’indagine sia storica sia sociale, che travalica l’individualità del donatore. I relatori invitati provengono da differenti ambiti lavorativi, dai musei alle università ai centri di ricerca di diversi Paesi: ciascuno presenterà un breve intervento che porterà all'attenzione del pubblico un caso studio per esplicare alcuni dei molteplici aspetti, temi, soggetti ed interessi incapsulati nel processo di donazione di un'opera d'arte ad uno Stato. Il convegno si articola in due sessioni: nella prima, al mattino, si presenterà il tema del dono dell'opera d'arte dal punto di vista storico. La sessione pomeridiana invece prenderà in esame gli aspetti fiscali della materia e il rapporto tra soggetti pubblici e privati. Il convegno si concluderà con una relazione tenuta dal Direttore della Scuola IMT, il Prof. Pietro Pietrini, che proporrà una lettura del dono in chiave neuro sociale. La giornata di studi è organizzata dalla Scuola IMT Alti Studi Lucca con il sostegno dell'Associazione Italia Fenice, in onore di Giulio Romano Ansaldi.

Call For Papers

In vista della pubblicazione degli atti, che avverrà nel corso del 2017, si auspica l’invio di contributi che trattino casi di donazioni opere d’arte allo Stato italiano dal XIX secolo ad oggi. Casi di particolare interesse riguardanti altri stati, oppure collegati al caso italiano, potranno es-sere ugualmente presi in considerazione.

Lontane dall’essere semplici passaggi da un proprietario a un museo, le donazioni di opere d’arte possono presentare diverse complessità, sia dal punto di vista fiscale sia da quello pratico degli spazi e delle possibilità del museo che riceve il dono. Proprio il tema degli incentivi fiscali alle donazioni è ormai oggetto di nuova attenzione nell’agenda delle politiche culturali di diversi Paesi; inoltre, l’analisi delle motivazioni stesse alla base della donazione permetto-no un’indagine sia storica sia sociale, che travalica l’individualità del donatore. I casi presentati potranno riguardare sia singole opere sia intere collezioni, donate a Musei di diverso tipo, da quelli nazionali a quelli civici, ma anche a Soprintendenze ed altre Istituzioni dello Stato Italiano; potranno essere presi in esame anche casi di rifiuti così come di donazioni parziali.

Saranno accettati testi in italiano, in inglese o francese, con una lunghezza massima di 20.000 battute (note e bibliografia incluse).

Il termine per l’invio delle proposte è il 3 novembre 2016.
Si prega di inviare i contributi assieme a una breve biografia ai seguenti indirizzi:
emanuele.pellegrini@imtlucca.it
silvia.massa@imtlucca.it
Download the Call for papers (Italian-English)

Info & Contatti


Il Convegno avrà luogo nella Cappella Guinigi, all’interno del Complesso di San Francesco, in Piazza San Francesco 19, Lucca.

La partecipazione al convegno è gratuita. E' necessaria la registrazione sul sito al seguente indirizzo


commev@imtlucca.it
0583 4326 552 / 606
www.imtlucca.it